5 Terre: Pitigliano

Il giorno seguente, di buon mattino, riprendiamo l’Aurelia, direzione Cinque Terre. Un veloce passaggio a Forte dei Marmi, splendida cittadina della Versilia, per poi dirigerci su Rapallo, dove facciamo base. Posate le valigie all’hotel Canali, decidiamo di cenate al ristorante Le Cupole, al Roof del Grand Hotel Bristol, blasonato da una stella Michelin, sperando che alla certezza del costo bilanci la qualità del mangiato. Accomodatoci nella parte esterna dell’attico, guardiamo con gioia il bellissimo panorama serale che si estende sulla costa. Iniziando la cena, ci rendiamo conto che uno starter crudo così buono, bilanciato, fresco non lo avevamo mai assaggiato. Già questo ci ha messo di buon umore. Il resto buono, ma non memorabile. Conto secondo le aspettative (€221).

Alle 8.25 del giorno successivo partiamo, in treno, per le Cinque Terre. Abbiamo deciso di non prendere l’auto nell’idea che il parcheggio sarebbe stato problematico in ogni paesino e che il viaggio (breve comunque) in treno aveva un suo fascino. Arrivati a Monterosso al Mare, diamo uno sguardo fugace al piccolo borgo e, su indicazione, ci dirigiamo verso il “Sentiero Azzurro”, un suggestivo percorso che collega tutti in cinque borghi. Ci rendiamo subito conto che non è proprio una passeggiata di salute, in quanto occorre dal livello del mare dal quale siamo partiti raggiungere una quota di parecchie centinaia di metri, per la prima parte tutta a gradini. Superato il momento di crisi iniziale, proseguiamo abbastanza agevolmente fino a Vernazza. Vernazza è un borgo sul mare molto piccolo, caratteristico di un sito marinaro, che, abbiamo scoperto, si riempie e si svuota durante il giorno a causa del treno locale che trasmigra da un paese all’altro frotte di turisti in bermuda e ciabatte. Un panino veloce ed anche noi saltiamo sul treno (basta sentiero) per raggiungere l’ultimo (o il primo, secondo da dove si guarda) borgo, ossia Riomaggiore. Passeggiata lungo il corso  e rientro in treno, stavolta direttamente a Rapallo. Cena gustosa all’Hostaria Vecchia Rapallo nel centro storico cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.